Gambero Rosso: 2 forchette a sei sardi

Punteggio più alto Dal Corsaro, premio speciale a Hub di Macomer

(ANSA) - CAGLIARI, 28 OTT - Sei ristoranti sardi, uno in meno rispetto al 2018, per gli esperti del Gambero Rosso sono meritevoli delle due forchette. E a ottenere il miglior punteggio è il ristorante Dal Corsaro di Cagliari, con lo chef stellato Stefano Deidda: ha ottenuto 85 punti, due in più dello scorso anno. Deidda è anche fresco di conquista dei tre cappelli della Guida dell'Espresso.
    Per la Sardegna le due forchette sono anche quest'anno il massimo riconoscimento ottenuto. Per le tre forchette bisogna tornare al 2017 con S'Apposentu di Roberto Petza, chiuso da un oltre un anno. Scendono da due a una Da Nicolo di Carloforte e Sa Cardiga e Su Schironi di Capoterra (Cagliari). Al contrario salgono le quotazioni di Fradis Minoris, nella laguna di Nora (Cagliari), con ai fornelli il giovanissimo Simone Lolli, che lo scorso anno ne aveva conquistato una. Due forchette sono andate anche quest'anno a Su Carduleu di Abbasanta (Oristano), ai cagliaritani Josto di Pierluigi Fais e Luigi Pomata, e a Il Fuoco Sacro del Petra Segreta Resort di San Pantaleo (Olbia).
    Resta invariato il numero totale dei ristoranti premiati con una o due forchette rispetto allo scorso anno: in tutto 27.
    Infatti altri 21, uno in più, ne conquistano una. Con tre new entry: Mema di Pula, Tavernae Arke di Quartu, Coxinendi di Sanluri. Il bistrot Cucina.eat ottiene invece tre Cocotte e allo Hub di Macomer di Leonardo Marongiu va, oltre a una forchetta, il premio speciale qualità-prezzo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere