Sardegna

Piantate 13 nuove palme sul waterfront di Cagliari

Quelle danneggiate dal punteruolo rosso erano state abbattute

(ANSA) - CAGLIARI, 14 SET - Con la messa a dimora delle nuove palme, si completa l'intervento di sostituzione di quelle abbattute lo scorso autunno nel lungomare di Cagliari, poiché danneggiate dal punteruolo rosso.
    La ditta aggiudicataria del servizio di manutenzione del verde delle aree del porto di Cagliari di competenza dell'AdSP, ha concluso la piantumazione di 13 esemplari di Phoenix Dactylifera, di altezza compresa fra i 7 e 10 metri.
    Un tratto di waterfront, quello interessato dalla posa delle nuove piante, che, da via Riva di Ponente, prosegue lungo la parte iniziale di via Roma e si completa con altri quattro esemplari sistemati nel piazzale del Molo Dogana.
    Una scelta non solamente estetica, quella dell'Ente. Le nuove palme, infatti, sono difficilmente colonizzabili dalle larve dell'insetto che, negli ultimi anni, hanno irreparabilmente danneggiato gran parte di quelli presenti sul lungomare. Così come non è casuale la tempistica dell'intervento, avviata nella seconda metà del mese di agosto, periodo considerato ottimale per l'attecchimento.
    Come previsto dall'appalto, tutte le palme del lungomare, comprese quelle salvate dal punteruolo rosso, saranno costantemente monitorate e sottoposte a continui cicli di trattamento fitosanitario, indispensabile per evitare eventuali nuovi attacchi infestanti.
    L'intervento, interamente finanziato dall'Ente per un importo di circa 50 mila euro, rientra nel più ampio processo di ampliamento degli spazi verdi nel lungomare cagliaritano, avviato lo scorso anno con la posa di sei alberi di mimose in piazza Vittime del Moby Prince, e arricchito con la creazione di nuove aree a verde lungo la passeggiata di Su Siccu e all'interno del Parco del Nervi.
    "Con la posa delle ultime palme nel piazzale antistante al molo Dogana chiudiamo il processo di rimozione e sostituzione di tutti gli esemplari profondamente danneggiati dal punteruolo rosso - spiega Massimo Deiana, Presidente dell'AdSP del Mare di Sardegna - Un intervento per il quale abbiamo dovuto necessariamente attendere la stagione estiva, che è quella più indicata per l'attecchimento, e che sono certo, insieme ad altre piantumazioni già effettuate, specialmente nelle nuove e aree verdi realizzate tra Su Siccu ed il parco del Nervi, restituirà il giusto decoro al lungomare cagliaritano". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie