Banco alimentare, + 35% richieste durante la pandemia

Progetto Cuki Save the Food anche in Sardegna

(ANSA) - CAGLIARI, 09 LUG - Banco Alimentare Sardegna insieme a Save the Food per non sprecare i generi alimentari e ridistribuirlo a chi è in difficoltà. A causa della pandemia sono aumentate del 35% le richieste di cibo nell'isola. E in Sardegna, nel 2019, il progetto Cuki Save the Food ha recuperato 58.604 porzioni, raccolte dal Banco Alimentare regionale che ha potuto contare sulle mense collettive che hanno aderito all'iniziativa.
    Un meccanismo, quello messo in moto, che si basa sulla solidarietà, e sull'impegno di oltre 40 volontari di Banco Alimentare su tutto il territorio regionale. La missione: recuperare il cibo preparato e in eccedenza per donarlo, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie alle strutture caritative del territorio. "A causa della pandemia le richieste di cibo sono aumentate di circa il 35% ed è anche aumentata la tipologia dei richiedenti che prima non si rivolgevano alle strutture caritativi, sostiene Giorgio Frasconi, presidente Banco Alimentare Sardegna.
    "Il sostegno di Cuki è estremamente importante per il fatto che i contenitori donati (termobox) ci consentono di trasferire in modo sicuro a temperature garantite gli alimenti freschi recuperati dalla GDO, in crescita come disponibilità e molto preziosi dal punto di vista nutrizionale. Alimenti che diversamente non potremo consegnare alle strutture convenzionate per la carenza di mezzi refrigerati senza i quali si interromperebbe la catena del freddo". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie