Sardegna

Calcio: Cagliari a San Siro col Milan per provare a crescere

Semplici, "pronti a fare bene. Nandez? Speriamo che resti"

Cagliari a Milano per iniziare a capire quale sarà il suo ruolo in questo campionato. Una prima trasferta difficile. Ma i rossoblu contro il Milan cercano conferme per quanto di buono si è visto nella rimonta con lo Spezia. E magari qualche miglioramento rispetto agli errori di lunedì scorso.

Ad esempio sull'autostima. "Abbiamo lavorato anche su questo - conferma il tecnico Leonardo Semplici nella conferenza stampa della vigilia - lavorando su un tipo di gioco che dia sicurezza alla squadra. Rispetto all'ultima gara di qualche mese fa siamo cambiati noi e sono cambiati loro. So che sarà una gara difficile: loro lottano per grandi obiettivi. Ma siamo consapevoli di avere certe caratteristiche per fare bene".

Molta attenzione. "Abbiamo curato la fase di non possesso perché lì - chiarisce l'allenatore - abbiamo commesso degli errori che mi auguro di non vedere". Sarà l'ultima partita prima della chiusura del mercato estivo. E Nandez è ancora a Cagliari. "A questo punto spero che possa rimanere - è l'auspicio di Semplici - È un giocatore determinante e importante. Contro lo Spezia ha disputato una partita intensa, difficile da immaginare per un giocatore che aveva meno allenamenti degli altri e nessuna amichevole".

Difesa da rinforzare: in arrivo Dragusin e Caceres. "Sono nomi che ho letto sui giornali, ma al mercato - precisa il tecnico - ci pensano il presidente e il direttore sportivo. Se dovessero arrivare sono due giocatori importanti. In generale se ci dovessero essere delle uscite ci saranno anche delle entrate". Intanto per il momento il sostituto di Simeone, ceduto al Verona, sará Farias. Almeno per questa partita. "È a disposizione e si è allenato molto bene - sottolinea Semplici - Per l'attacco stiamo pensando a un profilo che ci possa aiutare dal punto di vista tecnico e caratteriale".

In porta senza l'infortunato Cragno. "Abbiamo fiducia in Radunovic - dice il mister- è fermo da un po' ma ha un grande potenziale". Con la squadra partirà, insieme ad Aresti, anche il primavera Fusco, classe 2003, alla sua prima convocazione con la prima squadra. "Si sta già allenando con noi e siamo contenti - commenta il tecnico - Ma stiamo guardando in generale con molta attenzione a quello che succede nella Primavera. Felici anche per la convocazione in Under 21 di Carboni: ci riempie di orgoglio". Difesa con Ceppitelli favorito su Walukiewicz. A centrocampo probabile conferma dello schieramento a cinque visto in partenza con lo Spezia.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie