Sardegna

Calcio: Cagliari e Spezia pareggiano 2-2

Liguri sprecano il doppio vantaggio, J.Pedro colpisce due volte

Due gol e un punto a testa per Cagliari e Spezia nell'esordio in campionato alla Unipol Domus. Gyasi e Bastioni illudono la squadra di Thiago Motta con un doppio vantaggio, ma il capitano rossoblù, Joao Pedro, riaggiusta la partita con una doppietta, completata in modo rocambolesco. Il secondo gol, infatti, ha origine mentre gli ospiti reclamano per un rigore davanti a Cragno. Sul ribaltamento di fronte, il penalty l'arbitro però lo concede davvero, ed è la rete del pari firmata dal brasiliano.

Lo Spezia arriva a Cagliari con gli uomini contati. E con la panchina di una volta: cinque uomini per le sostituzioni, compresi due portieri e un under 19, Bertola. I problemi: per Sher ancora attesa per il transfer, mentre Kovalenko si è fermato rifinitura. Niente Sala, Nzola e Krapikas dovrebbero andare via. Il Cagliari schiera invece almeno due giocatori con le valigie: Walukiewicz (verso il Torino) e Nandez (forse nerazzurro tra Atalanta e Inter). Cagliari che vuole vincere. E invece lo Spezia segna subito: il centrocampo non fa filtro sulla discesa di Nicolaou, palla a Gyasi che infila Cragno con un rasoterra da fuori area. Poi quasi solo Cagliari con tanto possesso, molti angoli, ma poca lucidità.

Le occasioni che arrivano sono più in mischia che altro: clamorose le chance per Walukiewicz e Deiola (salvataggio di Hristov). Più un bel tiro di Joao Pedro deviato in angolo da Zoet. Rossoblu nervosi con l'azione che non parte con la logica e i tempi giusti. Lo Spezia soffre, forse sta troppo ad aspettare, ma dà l'impressione di poter controllare e ripartire soprattutto quando sulla sinistra si mette in moto Colley che nella ripresa rischia anche di raddoppiare dopo un gol fallito da Pavoletti due minuti prima.

Il Cagliari prova a schiacciare i liguri. Ma lo Spezia, quando riparte, riparte di corsa e in massa. Così arriva il gol del raddoppio: la mette dentro Bastoni dopo quattro o cinque tocchi uno più intelligente dell'altro. La riscossa con Joao Pedro: è lui a prendersi responsabilità e tiro vincente su assist di Pavoletti al 17' della ripresa. Ed è lui a trasformare dagli undici metri dopo il fallo di Zoet su Pavoletti. Partita pareggiata in cinque minuti quando per il Cagliari sembrava finita.

Ma il finale continua a far divertire perché può segnare chiunque. Mraz va anche in gol al 32' ma non c'è bisogno del Var, è fuorigioco. Un punto a testa. E ora il mercato potrebbe cambiare molte cose in casa Cagliari e Spezia.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie