Fase 3: Regione stanzia 152 milioni per lavoro e imprese

Inseriti nella legge quadro all'esame del Consiglio

Lavoro, imprese, sport, agricoltura, trasporti: questi i campi di intervento della legge quadro della Giunta a sostegno del sistema produttivo regionale in crisi a causa dell'emergenza sanitaria. Il disegno di legge è stato appena trasmesso in Consiglio regionale e prevede uno stanziamento di 152, 6 milioni di euro.
    Ben 65 sono destinati all'istituzione di un fondo (Resisto) per la concessione alle imprese di un contributo straordinario sul costo del lavoro dei dipendenti, sino a un massimo del 30% della retribuzione annua lorda. Un'altra parte importante dei 152 milioni - 18 milioni di euro - è a favore delle categorie di lavoratori che non hanno ricevuto copertura da provvedimenti del governo o della Regione adottati nel periodo del Covid-19. Per esempio, ai dipendenti stagionali non riassunti è riconosciuto un contributo di 600 euro per due mesi, a quelli del turismo non riassunti 1000 euro per tre mesi, 500 euro per due mesi agli intermittenti e occasionali, e ai lavoratori domestici.
    Sempre in tema di lavoro, sette milioni sono stanziati per interventi a favore di lavoratori destinatari di licenziamenti collettivi, mentre 815mla euro a favore dei lavoratori ex Legler usciti dagli ammortizzatori sociali. Per il sistema delle imprese: 15 milioni serviranno a incrementare la dotazione finanziaria della legge 8 sulle piccole e micro imprese turistiche, ma anche alle partite Iva, approvata a marzo sempre in chiave anti Covid. Tra le categorie interessate sono aggiunti una serie di codici Ateco relativi alla manutenzione di imbarcazioni, commercio al dettaglio ambulante, Taxi, Tour operator, organizzazione fiere e altri.   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie