De Giorgi a capo commissione Bilancio

Passa con 8 voti, vice il dem Moriconi

L'elezione in commissione Bilancio ha confermato l'accordo raggiunto in maggioranza. Con otto voti ottenuti Valerio De Giorgi, del gruppo Misto, è il nuovo presidente del parlamentino. Confermato vice, con 6 voti, il dem Cesare Moriconi. In segno di protesta al momento della votazione ha abbandonato l'Aula Fausto Piga di Fratelli d'Italia, il partito che a più riprese lo aveva indicato alla guida della commissione, fino a quattro mesi fa presieduta dall'attuale sindaco di Cagliari Paolo Truzzu (Fdi).

Ora si aspetta l'elezione del segretario, poi la commissione prenderà in esame l'assestamento di bilancio da 80 milioni di euro, il 'ponte' verso la Finanziaria che la Giunta Solinas dovrebbe varare ai primi di dicembre. Sul piatto risorse da destinare principalmente a famiglie e imprese, ma il ddl comprende anche una task force per fornire da subito risposte alle molteplici pratiche arretrate relative alle erogazioni nel settore agricolo.

Per le famiglie, in particolare, è previsto l'abbattimento della retta per la frequenza negli asili e il contributo per i servizi di baby-sitting a favore di genitori lavoratori. Poi trovano spazio 4 milioni di euro per far fronte agli effetti degli incendi di questa estate che hanno colpito amministrazioni locali e privati; 9 milioni per la diffusione e l'implementazione della chirurgia robotica e le micro azioni per migliorare la qualità della vita delle donne sottoposte a terapia oncologica chemioterapica. Ancora: contributi per la riqualificazione e la modernizzazione del servizio taxi in Sardegna e per la messa in sicurezza di strade, ponti e chiese.

DE GIORGI, SARO' COMBATTIVO. "Affronterò questo nuovo incarico con spirito combattivo". Lo ha dichiarato, dopo un'elezione abbastanza sofferta, il neo presidente della commissione Bilancio, Valerio De Giorgi. "Adesso dobbiamo allentare le tensioni - ha aggiunto - ci accingiamo a esaminare il disegno di legge di assestamento di Bilancio da 80 milioni di euro che sarà importante per la Sardegna e darà uno sviluppo concreto: risorse vere che arrivano sui territori". Quanto alla difficoltà incontrata dalla maggioranza prima di convergere sul suo nome, De Giorgi ha detto che "è stata una scelta condivisa". E sul fatto che, durante il voto, Fausto Piga (Fratelli d'Italia) abbia abbandonato la seduta commenta: "E' stato però il primo a congratularsi e questo mi ha fatto molto piacere".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere