Sanremo 2021: Achille Lauro, tra piume e lacrime di sangue

Canta Solo noi

Foto di Ettore Ferrari SANREMO

Un collare di piume rosa, capelli blu e un'armatura che potrebbe ricordare quelle dei manga giapponesi non fosse per i glitter, e poi a metà esibizione lacrime di sangue che scendono copiose sul volto truccato di Achille Lauro che canta Solo noi. Riferimenti alla croce di spine di Gesù, alle statue di Madonne e Santi piangenti, "il volto coperto dal trucco lacrima che lo rovina".  

Sono il Glam rock.
Sono un volto coperto dal trucco.
La lacrima che lo rovina.
Il velo di mistero sulla vita.
Sono la solitudine nascosta in un costume da palcoscenico.
Sessualmente tutto.
Genericamente niente.
Esagerazione, teatralità, disinibizione.
Lusso e decadenza.
Peccato e peccatore,
Grazia e benedizione.
Un brano che diventa nudità.
Sono gli artisti che si spogliano,
E lasciano che chiunque
Possa spiare nelle loro camere da letto e in tutte le stanze della psiche.
Esistere è essere.
Essere è diritto di ognuno.
Dio benedica chi è.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA