DIRETTA MONDIALI

Risultato finale
Brasile 2
Costa Rica 0
Risultato finale
Nigeria 2
Islanda 0
Risultato finale
Serbia 1
Svizzera 2

Gylfi Sigurdsson

Sigurdsson, dall'infortunio al sogno

Redazione ANSA Islanda

Gylfi Sigurdsson ha tenuto un'intera nazione con il fiato sospeso. La sua partecipazione ai Mondiali, i primi nella storia dell'Islanda, è stata infatti in dubbio fino all'ultimo a causa dell'infortunio ai legamenti di un ginocchio che ha interrotto anzitempo la stagione di club dell'acquisto record 'all time' dell'Everton. Quarantacinque sono stati i milioni di sterline (circa 51 milioni di euro) pagati dai Toffees per averlo dallo Swansea, dove il miglior prodotto del calcio islandese ha giocato per tre stagioni. E proprio contro la squadra gallese di cui è stato un simbolo, Sigurdsson ha segnato uno dei suoi gol più belli, non celebrato in segno di rispetto "verso un club che mi ha permesso d'imparare così tanto".
Il 28enne trequartista dell'Everton specializzato in assist piace alla gente anche fuori dal campo perché, pur se cerca di tenere nascoste le attività extracalcio, fa molta beneficenza e quando può visita i malati in ospedale, in particolare quello pediatrico di Liverpool, l'Alder Hey Children's Hospital. Fra le sue qualità di calciatore c'è anche la forza mentale, visto che ha dimostrato di essere capace di reggere la pressione delle aspettative dei tifosi, provocate dalla cinquantina di milioni pagati dal suo attuale club per averlo. C'è chi dice che sia stato pagato troppo, visto che in fondo nello scorso campionato aveva messo a segno solo 9 gol (tre su rigore) e servito 13 assist, ma il contributo che dà Sigurdsson va al di là di numeri e statistiche. Lui di solito è l'anima di una squadra, e più che mai quando gioca con la maglia della nazionale. Ecco perché l'Islanda al Mondiale non può fare a meno di lui.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA