DIRETTA MONDIALI

23/6 - 14:00
Belgio -
Tunisia -
23/6 - 17:00
Corea -
Messico -
23/6 - 20:00
Germania -
Svezia -
L'Albo d'oro
  • 1930
  • 1934
  • 1938
  • 1950
  • 1954
  • 1958
  • 1962
  • 1966
  • 1970
  • 1974
  • 1978
  • 1982
  • 1986
  • 1990
  • 1994
  • 1998
  • 2002
  • 2006
  • 2010
  • 2014

Polonia

Polonia (foto: EPA)

Polonia

Non solo attacco, la Polonia guarda in alto

Squadra di antica tradizione al Mondiale, la Polonia in Russia farà la sua ottava presenza nella fase finale dove per ben due volte, anche se nelle ormai lontane edizioni del 1974 e del 1982, è riuscita a conquistare il terzo posto. Dopo un periodo di buio, l'assenza alla rassegna iridata dura dal 2006, la squadra biancorossa è reduce da una buona prova a Euro 2016, quando raggiunse i quarti di finale e fu eliminata ai rigori dal Portogallo poi vincitore del torneo.
La Polonia ha disputato un grande girone di qualificazione, conquistando 25 punti e subendo una sola sconfitta, anche se le tante reti subite, ben 14, sono un aspetto da tenere in considerazione. A guidare la truppa delle aquile c'è sempre Adam Nawalka, ormai da cinque anni in carica come ct. Da giocatore partecipo' ai Mondiali del 1978 e fu una bandiera del Wisla Cracovia, la squadra per cui simpatizzava Karol Wojtyla. Il tecnico in poco tempo ha cambiato preparazione fisica e mentale alla squadra, ricostruendo la fiducia attorno alla nazionale.
Una parte decisiva nella rinascita polacca l'ha avuta il bomber del Bayern Monaco Robert Lewandowski, capitano e bomber indiscusso con all'attivo più di 50 reti in oltre 90 presenze, I suoi gol, ben 16 nelle eliminatorie, hanno spianato la strada alla qualificazione. Ma la Polonia non e' e non può essere solo il suo centravanti, perche' ci sono altri elementi che la rendono formazione da prendere con le molle. Gente del calibro di Piotr Zielinski, Kuba Blaszczykowski, Kamil Glik, Lukasz Piszczek e Wojciech Szczesny, che si alternera' in porta con Lukasz Skorupski, sa bene cosa vuol dire giocare ad alti livelli e possiede la giusta esperienza. Ad assicurare un'iniezione di talento c'è anche Linetty, della Sampdoria. Il modulo preferito dal ct Nawalka e' il 4-4-2, con Arkadiusz Milik, attaccante del Napoli decisamente recuperato nelle ultime settimane, davanti a far coppia con 'Lewa', ma nelle ultime amichevoli si è visto anche lo schema 3-5-2.
Lewandowski, dopo le qualificazioni, si è un po' lamentato dell'assenza di 'energie fresche', ma non è facile per la guida tecnica trovare sostituti all'altezza. Una panchina 'corta' a livello mondiale può creare problemi in un girone equilibrato come quello che comprende Senegal, Colombia e Giappone. Altro punto interrogativo riguarda proprio il bomber. Se dovesse fermarsi per infortunio, tutto diventerebbe più complicato, caricando Milik di troppa responsabilità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA