Truffa: pm, per Stefanazzi vantaggi da fondi formazione

(v. "Indagato capo gabinetto..." delle 14.02)

(ANSA) - BARI, 20 NOV - Un "ingiusto vantaggio patrimoniale" consistito nella approvazione del piano formativo 'Smart Food Ladisa' predisposto dalla società Ladisa Srl in collaborazione con Dinamo Srl, "con ammissione al finanziamento complessivo" di quasi 1,4 mln di euro "di cui 694.400 euro di quota pubblica" è la truffa ipotizzata dalla Procura di Bari a carico di Claudio Stefanazzi, capo di gabinetto del presidente della Regione Puglia Emiliano, della moglie Milena Rizzo e degli amministratori della società Ladisa Srl. I coniugi Stefanazzi, indagati per truffa e abuso d'ufficio, sono ritenuti dalla magistratura barese - almeno dal 2016 al 2018, epoca delle contestazioni - gli amministratori di fatto della società Dinamo Srl di Lecce oggetto ieri con la barese Ladisa di perquisizioni.
    La Finanza, su disposizione del procuratore aggiunto Lino Giorgio Bruno e della pm Savina Toscani, hanno acquisito documentazione e supporti informatici relativi al piano di formazione e ai contatti tra le società e tra gli imprenditori, Stefanazzi e i funzionari della Regione.(SEGUE).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere