Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale news aktuell

Infomaniak prosegue la propria crescita in Europa e sviluppa servizi per le imprese

news aktuell

Ginevra, 25 gennaio - Nel 2021, Infomaniak ha fatto registrare una crescita del 35% in Francia e realizzato un fatturato di 30 milioni di euro (+23% rispetto al 2020). Con il lancio della propria offerta di archiviazione ed e-mail gratuita rispettosa della privacy e l’apertura del proprio Public Cloud sovrano a tariffe competitive, il player cloud svizzero sta attirando un numero sempre maggiore di clienti commerciali e privati e svela la propria roadmap per il 2022.

Domanda in forte crescita di servizi cloud sovrani

«La mediatizzazione dei problemi dettati dal peso economico e politico dei giganti del Web ha dato luogo a una forte crescita della domanda di servizi cloud sovrani. Sempre più aziende vogliono mantenere il controllo dei propri dati, lavorare con provider etici e impegnati a favore dell’ambiente, e non essere più vincolati a soluzioni proprietarie soggette a regolari aumenti dei costi» osserva Boris Siegenthaler, co-fondatore e direttore strategico di Infomaniak.

Nel 2021, Infomaniak ha fatto registrare un aumento del 20% di hosting Web, del 25% di Server Cloud e del 76% di risorse utilizzate sulla piattaforma come servizio (PaaS) Jelastic Cloud. Con quasi 8 PB di file aggiunti, oltre 62 milioni di file inviati e più di un milione di videoconferenze, anche kDrive, SwissTransfer e kMeet continuano ad attirare sempre più clienti. Lanciato nel quarto trimestre, il Public Cloud di Infomaniak gestisce già oltre 650 istanze.

Sviluppo di servizi per le imprese

«Nel 2022, Infomaniak lancerà un’offerta unificata che includerà tutti i nostri strumenti di produttività con nuove funzionalità per le imprese e inizierà a distribuire l’infrastruttura dei nostri futuri servizi di hosting. La nostra attenzione sarà focalizzata sull’evoluzione dei prodotti per le imprese» riassume Marc Oehler, CEO di Infomaniak.

Tra le novità confermate, kDrive consentirà di criptare le cartelle con una chiave personalizzata, Swiss Backup offrirà alle imprese la possibilità di centralizzare la gestione dei backup e la cybersicurezza delle postazioni di lavoro, mentre la soluzione di videoconferenza kMeet continuerà a evolversi, in particolare con la possibilità di creare sale virtuali e sondaggi. Le imprese che utilizzano soluzioni Microsoft potranno gestire le licenze Windows con Jelastic Cloud, i Server Cloud e il Public Cloud di Infomaniak in modo del tutto facile, beneficiando delle garanzie e dei prezzi attraenti dell’host svizzero. Il Public Cloud consentirà inoltre di gestire meglio risorse e costi e introdurrà i GPU Nvidia A100 appositamente concepiti per le applicazioni di IA.

Tra gli altri sviluppi programmati, il Servizio Mail verrà sottoposto a numerose ottimizzazioni e novità, quali un’applicazione mobile dedicata, una funzione di ricerca ancora più efficace, la possibilità di organizzare i messaggi con dei label, oltre a nuove funzionalità smart finalizzate ad aumentare la produttività e facilitare la gestione degli appuntamenti. Quest’anno, Infomaniak lancerà anche un servizio di assistenza premium a pagamento per le imprese, nonché un nuovo portale dedicato agli eventi basato sulla soluzione di biglietteria, utilizzata da oltre 3’000 organizzatori.

Infomaniak assume personale e si prepara per il futuro

Nel 2021 Infomaniak ha aumentato il proprio organico del 26% e al momento impiega 185 addetti. L’impresa continuerà ad assumere a ritmo sostenuto a Ginevra e Winterthour per portare avanti il proprio approccio alla qualità, rafforzare i team addetti allo sviluppo e creare nuove sinergie finalizzate ad accelerare l’evoluzione dei prodotti.

Quest’anno segnerà anche lo sviluppo progressivo di una prima centrale fotovoltaica con una capacità di 600 kW in uno dei datacenter del player cloud. Sempre quest’anno, dovrà essere parallelamente avviato anche il cantiere del futuro datacenter (DCIV) che valorizzerà tutto il calore emesso dai server per riscaldare le abitazioni.

Attualmente detenuta dai suoi fondatori e dagli addetti, si prevede che Infomaniak si evolva a un gruppo in cui i clienti potranno investire e partecipare alle decisioni. «Il mio obiettivo è che Infomaniak resti indipendente e che entro tre anni sia detenuta esclusivamente dai propri fondatori, addetti e clienti che potranno acquisire delle partecipazioni sotto forma di azionariato o di cooperativa» spiega Boris Siegenthaler.

Risorse

A proposito di Infomaniak

Infomaniak è un attore chiave operante nel settore Cloud in Europa e sviluppatore leader di tecnologie di hosting Web in Svizzera. L’azienda impiega 185 addetti in Svizzera, a Ginevra e Winterthour. Infomaniak utilizza soltanto energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, compensa al 200% la totalità da proprie emissioni di CO2 e prolunga fino a 15 anni il ciclo di vita dei propri server. I due futuri datacenter rivalorizzeranno integralmente il calore emesso dai server per riscaldare le abitazioni in inverno e produrre acqua calda sanitaria in estate.

 

In qualità di registrar accreditato dall’ICANN, le soluzioni di Infomaniak vengono utilizzate da milioni di utenti. L’impresa gestisce il sito Internet della RTBF e lo streaming di oltre 170 radio e TV in Europa. Forte della sua esperienza e della sua indipendenza tecnologica, vuole essere un’alternativa europea indipendente ai giganti del Web.

 

Fatti e cifre

  • Oltre 25 anni di esperienza
  • Oltre un milione di utenti
  • Fatturato di 30 milioni di euro nel 2021 (di cui il 35% in Francia e il 40% nella Svizzera tedesca)
  • 100% di know-how tecnologico «Swiss made»

 

Contatto con i media

Infomaniak Network

Thomas Jacobsen

Responsabile della Comunicazione

+41 22 593 50 53 | communication@infomaniak.com

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale news aktuell

Modifica consenso Cookie