COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CENTRO DI COMPETENZA DISTRETTUALE

Al Blue Sea Land di Mazara un convegno sugli strumenti per salvaguardare l’ambiente marino

CENTRO DI COMPETENZA DISTRETTUALE

I Piani di Gestione Locale oggi appaiono il più importante, se non l’unico, strumento per salvaguardare l’ambiente marino, mantenere un buon equilibrio ecologico, preservare un bene comune e garantire il futuro alle attività di pesca che in esso si svolgono e, quindi, il mantenimento dei livelli occupazionali del settore e lo sviluppo di altre attività a esso connesse. E’ stato questo il tema trattato dai principali protagonisti di questi modi di gestire le risorse ittiche in acque territoriali marine, i quali hanno parlato della necessità di riproporre la creazione dei nuovi Consorzi di Gestione della Pesca Artigianale (Co.Ge.P.A.) o organizzazioni simili, quali organismi attuatori dei Piani di gestione locale delle risorse ittiche con i quali promuovere, nelle specifiche aree di pesca, progetti collettivi o individuali basati su regole che prendano in grande considerazione i bisogni di una gestione condivisa delle risorse ittiche. Al convegno hanno preso parte: Antonino Carlino, Presidente del Distretto della Pesca e della Crescita Blu; Leonardo Catagnano, Dipartimento Pesca Mediterranea della Regione Siciliana; Franco Andaloro, Dirigente di Ricerca Stazione Zoologica di Napoli “Anton Dorhn”, Massimo Spagno, I.R.E.P.A. Onlus, Nino Accetta, Presidente Regionale di Fedagripesca Sicilia, Giovanni Basciano, Distretto della Pesca, Gianluca Sarà, dell’Università di Palermo, Piero Battaglia, della Stazione Zoologica di Napoli “Anton Dorhn”, Claudia Scianna, del WWF, Sergio Vitale, di IRBIM – CNR.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie