COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Onoranze Funebri Sant’Eustorgio: come tutelare le volontà di cremazione

Pagine Sì! SpA

Cresce il numero di persone che sceglie consapevolmente la cremazione come alternativa alla sepoltura. I motivi non sono solo culturali come spiega Leonardo Caglio, titolare insieme ai fratelli Giovanna e Paolo della Onoranze Funebri Sant’Eustorgio di Arcore, in provincia di Monza e Brianza, punto di riferimento in tutta la Brianza con altri due uffici a Monza e a Vimercate. «La carenza di spazio nei cimiteri e anche i costi, che possono essere inferiori per una cremazione rispetto alla classica sepoltura, contribuiscono alla crescita del fenomeno e, infatti, vent’anni fa se ne effettuavano ben poche, mentre ora sono sempre di più – conferma Caglio -. Per questo motivo siamo affiliati a Icrem, Istituto della Cremazione e Dispersione Ceneri, che tutela la volontà di cremazione».

In possesso di tutti i requisiti richiesti dalla legge, la Onoranze Funebri Sant’Eustorgio, svolge il servizio di cremazione con professionalità e assoluta discrezione, seguendo tutte le fasi del processo di cremazione sino alla dispersione o alla consegna delle ceneri del defunto ai familiari in eleganti e sobrie urne funerarie per l’affidamento o la sepoltura.

«Essendo affiliati Icrem siano in grado di offrire informazioni legali e personali circa servizi di cremazione, volontà funerarie e luogo di destinazione delle ceneri - conclude Caglio -. In questo modo possiamo curare ogni aspetto burocratico relativo al servizio di cremazione.

Le legislazioni in materia di cremazione sono articolate e prevedono la possibilità di effettuare scelte differenti. Innanzitutto, per poter cremare la persona defunta serve l’autorizzazione da parte del Comune dove è avvenuto il decesso, che viene rilasciata quando la volontà di cremazione è evidentemente espressa dal defunto tramite atto testamentario o con iscrizione presso una società di cremazione riconosciuta o ancora tramite volontà di tutti i familiari di pari grado con apposita dichiarazione».

Archiviato in