COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Liguria

Incontro dei Sindaci con Conte. Bucci: “Promesso raddoppio degli stanziamenti per i Comuni”

ANCI Liguria

“Abbiamo presentato al presidente Conte cinque punti fondamentali su cui chiediamo l’impegno del governo: riconoscimento del ruolo dei sindaci nell’attuazione di politiche per la ripresa attraverso l’assegnazione diretta di fondi per cultura, turismo, mobilitò e welfare; altri 3 miliardi, oltre i 3 assegnati nel DL rilancio, per chiudere i bilanci compensando le minori entrate di questi mesi; flessibilizzazione delle regole relative ai vincoli finanziari, norme straordinarie per la gestione degli squilibri di bilancio per il 2020; sospensione dei piani di rientro per tutti i Comuni per il 2020 e dei procedimenti riguardanti la verifica dei piani di riequilibrio pluriennali; regole semplificate e poteri commissariali per la realizzazione di alcune opere  prioritarie e urgenti”. Lo dichiara il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, al termine dell’incontro dei sindaci metropolitani, (che nei giorni scorsi hanno chiesto un confronto) con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
“Ci aspettiamo che all’impegno personale del presidente del Consiglio, che apprezziamo, seguano i fatti: al più presto il ministero delle Finanze individui norme e risorse per metterci a disposizione i tre miliardi indispensabili a far fronte ai servizi essenziali per i cittadini”.

“Dopo significative discussioni, chiamiamole così, abbiamo ottenuto l’impegno dal presidente di raddoppiare gli stanziamenti: da 3 miliardi probabilmente passeremo a 6, con alcune facilitazioni sulle modalità di spesa e quindi con meno burocrazia – afferma il presidente di Anci Liguria, sindaco di Genova e metropolitano Marco Bucci – Ben venga: sono contento che il presidente Conte abbia preso questo impegno. Per le città metropolitane e per tutti i Comuni d’Italia è un enorme, grossissimo passo avanti”. Queste risorse, ricorda Bucci, serviranno “per ripianare i bilanci che sono stati fortemente colpiti dall’epidemia Covid”.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie