Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Comune di Genova

GenOA Week, il Geoportale SIT del Comune di Genova protagonista alla Open Week

Ufficio stampa Comune di Genova

Comune di Genova

“Il Geoportale SIT del Comune di Genova: quando gli open data generano nuova conoscenza” è il titolo dell’intervento che domani porterà l’ente a essere protagonista alla GenOA Week, percorso di riflessione avviato su open data, open access e open science che l’Università di Genova ha organizzato in città e che, iniziato ieri, terminerà venerdì 29 ottobre.

Il comune di Genova è stato protagonista della mattinata di lavori della GenOA Week organizzata dall’Università di Genova per diffondere la cultura dell’open access e dell’open science. Il filo conduttore dei quattro interventi – cinque, contando l’introduzione da remoto del direttore dell’Area sviluppo economico e direzione tecnologie, digitalizzazione e smart-city Alfredo Viglienzoni – è stato “Il Geoportale SIT del Comune di Genova: quando gli open data generano nuova conoscenza”.

Ad aprire la mattinata dedicata al Geoportale SIT - progetto che ricade sotto le iniziative PON Metro 2014-2020, cofinanziate dall’Unione Europea con fondi SIE nel quadro delle azioni del Programma Operativo Città Metropolitane – il vicesindaco Massimo Nicolò che si è detto «lieto che l’università abbia da tempo aperto le porte alla collaborazione con altri enti istituzionali, soprattutto in ambiti come quello degli open data, ancora poco conosciuto dalla cittadinanza».

Nicolò ha poi spiegato cosa si intende per open data e quali sono le azioni del comune di Genova in tal senso: «C’è tutto un mondo all’interno del comune, fatto di informatizzazione e di digitalizzazione e di messa a disposizione della cittadinanza e di chiunque voglia e sappia come utilizzarli tutta una serie di dati, di qualsiasi genere. La condivisione dei dati genera conoscenza e genera una sorta di effetto domino per cui se io posso utilizzare i dati provenienti da altre fonti posso diventare io stesso una fonte di ulteriori approfondimenti e conoscenza».

I contributi del personale del comune di Genova sono stati:

“La nuova base dei dati geografici del comune di Genova: aspetti innovativi e applicazioni”, Marco D’Orazi (responsabile ufficio Sistemi informativi territoriali – Comune di Genova), Emilio Vertamy (ufficio Sistemi informativi territoriali – Comune di Genova)

“Infrastruttura Dati territoriali del comune di Genova: - Digital twin of Genoa: esempi”, Stefania Traverso (ufficio Sistemi informativi territoriali – Comune di Genova)

“Infrastruttura Dati territoriali del comune di Genova: il Geoportale”, Cristiana Olivieri e Federico Rottura (ufficio Sistemi informativi territoriali – Comune di Genova)

«Ancora una volta Genova si dimostra essere una città aperta alla scienza, all’innovazione e alla tecnologia – aggiunge il vicesindaco Massimo Nicolò – ospitando grazie al grande lavoro dell’Università un evento che porterà in città esperti e accademici da tutta Italia. Il tema centrale è l’open access, ovvero l’accesso libero, immediato e senza restrizioni di dati e risultati, partendo dal presupposto che la conoscenza prodotta, anche da fondi pubblici, debba rimanere pubblica e disponibile. Il mondo degli open data – e a cascata l’open access e la open science – è un qualcosa che può avere importanti ripercussioni non solo sul mondo accademico e scientifico, ma anche su molti altri aspetti delle nostre vite: può avere effetti sul mondo del lavoro, sul mondo scolastico, ma può avere effetti anche sul mondo economico e su quello del lavoro. Proprio per questo motivo sul portale del Comune di Genova è possibile accedere a molte banche di open data, ovvero dati disponibili a chiunque. In questo senso si muove anche il lavoro del Geoportale che ricade sotto le iniziative PON Metro 2014-2020, cofinanziate dall’Unione Europea con fondi SIE nel quadro delle azioni del Programma Operativo Città Metropolitane. Voglio ringraziare non solo l’Università per l’invito, ma anche e soprattutto il team dell’Ufficio Sistemi Informativi Territoriali che, sono certo, domani porterà in aula interventi preziosi».

I contributi presenteranno la nuova base dati geografici del Comune di Genova e i servizi applicativi realizzati attraverso i finanziamenti PON Metro 2014-2020 – Asse 1 Agenda Digitale, ponendo l'accento sugli aspetti innovativi attuali e potenziali, in quanto messi a disposizione della comunità secondo la logica degli open data.

Qui la scaletta degli interventi: https://openscience.unige.it/genOAweek2021/agenda

I contributi hanno presentato la nuova base dati geografici del comune di Genova e i servizi applicativi realizzati attraverso i finanziamenti PON Metro 2014-2020 – Asse 1 Agenda Digitale, ponendo l'accento sugli aspetti innovativi attuali e potenziali, in quanto messi a disposizione della comunità secondo la logica degli open data.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Comune di Genova

Modifica consenso Cookie