Sostegno alla società civile nel promuovere il dialogo e prevenire l’estremismo in Asia centrale

Pubblicato il: 10 giugno 2019 - Scadenza: 23 agosto 2019

OBIETTIVO EUROPA

FINALITA' - Nell'ambito dello Strumento per la stabilità e la pace il presente bando intende sostenere gli attori della società civile nella promozione del dialogo e nella prevenzione dell’estremismo violento nei Paesi dell’Asia centrale (Kazakhstan, Repubblica del Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan)

Il bando sosterrà iniziative sub-nazionali e regionali in paesi colpiti da conflitti o che emergono da conflitti o nei quali la pace e la stabilità sono a rischio, per costruire capacità sostenibili all’interno degli stessi, per una efficace gestione dei conflitti e per la costruzione della pace.

Le iniziative selezionate dovrebbero contribuire a creare, ripristinare o consolidare modalità, strumenti e meccanismi appropriati a livello locale, nazionale e regionale per prevenire conflitti e contribuire a una pace duratura.

Il bando è articolato in 2 lotti

Lotto 1 - Spazi di dialogo nazionali, transfrontalieri e regionali

Lotto 2 - Prevenzione della radicalizzazione dei lavoratori migranti e delle loro famiglie

Le proposte progettuali devono essere presentate da un partenariato transnazionale costituito da almeno 2 Organizzazioni della società civile, in qualità di proponente e co-proponente; almeno uno dei 2 deve avere sede in uno dei paesi dell’Asia centrale.

ENTITA' DEL CONTRIBUTO - Il contributo del programma ai progetti potrà coprire dal 60% fino al 90% dei costi ammissibili, nel rispetto dei seguenti massimali:

- Lotto 1: contributo massimo: 750.000 euro (minimo 700.000)

- Lotto 2: contributo massimo: 500.000 euro (minimo 450.000)

Responsabilità editoriale di Obiettivo Europa.
Per leggere l'articolo completo, registrati su Obiettivo Europa, per attivare il periodo di consultazione gratuita per 15 giorni.