COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale news aktuell

GSB Gold Standard Banking, Josip Heit e il valore dell'oro

Il DAX (abbreviazione di Deutscher Aktienindex, misura la performance delle 30 maggiori (in termini di capitalizzazione del mercato libero) società più liquide del mercato azionario tedesco) e si trova a metà della settimana (mercoledì 5 agosto 2020), a una distanza impressionante da un nuovo record, soprattutto l'oro, probabilmente il metallo prezioso più bello, che è stato utilizzato per migliaia di anni per oggetti rituali e gioielli e dal VI secolo a.C. come mezzo di pagamento, sta testando regioni di picco completamente nuove in termini di valore.

Mercoledì mattina, il prezzo ha raggiunto un nuovo massimo di 2034 dollari, dopo che la quotazione aveva solo incrinato la soglia dei 2000 dollari ieri sera (04.08.2020). Dall'inizio dell'anno il metallo prezioso ha così guadagnato circa un terzo del suo valore.

 

Il contesto di bassi tassi d'interesse, l'aumento del debito, i timori di recessione e il continuo deprezzamento del dollaro USA non potrebbero essere migliori al momento, afferma Josip Heit, in qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione della GSB Gold Standard Banking Corporation AG, con sede ad Amburgo.

 

L'oro, come l'argento, è considerato un investimento stabile e a prova di crisi. Alla luce delle misure di salvataggio senza precedenti adottate dalle banche centrali, in questo contesto la fiducia nelle monete comuni fiat è in calo. Il denaro Fiat dalla parola latina "fiat", tuttavia, non ha nulla a che fare con la nota casa automobilistica, ma è un oggetto senza valore intrinseco che funge da mezzo di scambio. L'opposto del fiat money è il denaro delle materie prime, qui per esempio tabacco, riso, o anche oro e argento, che oltre al valore di scambio esterno hanno anche un valore interno, questo completamente indipendente dai decreti governativi.

 

Solo recentemente i capi di governo dell'Unione Europea (UE) hanno concordato un pacchetto di 750 miliardi di euro di aiuti corona, entro il 2027, un inimmaginabile 1,8 trilioni di euro da distribuire a spese dei contribuenti, per cui bisogna ricordare che 1000 miliardi (1.000.000.000.000.000) è un trilione, cioè un numero con 12 (dodici) zeri, qui è quasi il doppio.

 

Secondo Josip Heit e quindi la GSB Gold Standard Banking Corporation AG, il dollaro USA, attualmente debole, sta giocando le carte per l'oro, così come il calo dei tassi di interesse sul mercato obbligazionario, soprattutto in considerazione dei numerosi aumenti recenti dei titoli di stato con rendimenti negativi, che per la prima volta da marzo 2020 sono saliti a più di 13 (tredici) trilioni di dollari USA.

A medio termine, secondo un'analisi di Gold Standard Banking, l'attenzione dovrebbe quindi spostarsi maggiormente verso l'inflazione. Finora l'inflazione non è ancora iniziata - a causa della debolezza della domanda - anche se le banche centrali stanno già adottando massicce contromisure.

Secondo Josip Heit, un proverbiale "sguardo nello specchietto retrovisore economico" mostra che i periodi di debole sviluppo dei prezzi e di deflazione sono stati seguiti da fasi di massima inflazione.

 

L'unica questione aperta è se l'economia globale si riprenderà dallo shock corona nel prossimo futuro, come sperato. A lunghissimo termine, quindi, l'oro dovrebbe mantenere la sua forza e probabilmente salire rapidamente al di sopra del record di 1.921 USD nel 2011.

 

La base attualmente più ampia di investitori (acquirenti) interessati all'oro significa anche che molti investitori scommettono sull'oro, più bassi sono i rendimenti reali e più debole è la valuta di riserva mondiale, più l'oro è attraente. Se si guarda a periodi molto lunghi e si tiene conto della variazione del livello dei prezzi, l'oro ha sempre mantenuto e aumentato il suo valore, cosa che al momento nessuna valuta può rivendicare.

 

La domanda di lingotti e monete d'oro è addirittura raddoppiata nei primi sette mesi di quest'anno 2020, secondo una valutazione della GSB Gold Standard Banking Corporation AG, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Lo riferisce il World Gold Council, l'organizzazione dell'industria mineraria aurifera, in una certa misura la più alta autorità statistica tra tutti gli investitori in oro.

 

In un modo trasparente delle sue attività economiche, l'approccio di Josip Heit con GSB Gold Standard Banking Corporation AG è proprio questo. Perché se si acquista oro in piccoli tagli sul web (Internet) o tramite app (abbreviazione di application, cioè software applicativo per dispositivi mobili), si potrebbe, ad esempio, utilizzare una società di carte di credito, che, tuttavia, può essere rimborsata per ogni singola transazione.

 

Un sistema creato dalla GSB Gold Standard Banking Corporation AG, basato su una catena di blocchi (un elenco di record di dati continuamente espandibile, chiamati blocchi, che sono collegati tra loro con metodi crittografici), rende il processo di pagamento molto più sicuro e questo direttamente, senza costi di transazione tra venditore e acquirente.

 

Con questa idea rivoluzionaria, Josip Heit e GSB Gold Standard Banking Corporation AG renderanno il mercato finanziario cripto più sicuro e lo rivoluzioneranno in molti modi. GSB Gold Standard Banking Corporation AG si impegna a favore di un mercato finanziario trasparente. Seguendo questo credo, Josip Heit chiede da tempo una regolamentazione sostenibile.

 

A cavallo tra il 2019 e il 2020, il governo federale tedesco ha posto come prima misura di regolamentazione - block chain and token - sotto la supervisione dell'Autorità federale di vigilanza finanziaria (BaFin). In quanto istituzione pubblica e federale tedesca con capacità giuridica, BaFin è soggetta alla supervisione tecnica e giuridica del Ministero Federale delle Finanze.


Quando si utilizzano tecnologie a catena di blocco, il quadro normativo esistente è di competenza della BaFin, a condizione che le parti coinvolte siano soggette alla supervisione della BaFin. Josip Heit sostiene e accoglie con favore questa iniziativa con la GSB Gold Standard Banking Corporation AG e allo stesso tempo chiede una regolamentazione sostenibile dei beni digitali.

 

 

 

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie