PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Lavoro: imprese valdostane, buone prospettive occupazionali

Lavoro: imprese valdostane, buone prospettive occupazionali

"Il costo delle materie prime ha però frenato la ripresa"

(ANSA) - AOSTA, 17 MAG - In Valle d'Aosta cresce la previsione di aumenti occupazionali e si è dimezzata quella di "tagli" rispetto al 2021. E' quanto emerge dall'ultimo sondaggio sullo stato di salute delle imprese valdostane, promosso dalla Chambre Valdotaine e i cui dati sono stati presentati in Regione.
    La rilevazione ha raccolto 2.872 pareri, a fronte di 12.256 imprese iscritte al registro: il campione rappresenta il 26,2% del mondo imprenditoriale valdostano. Il 18% delle imprese prevede tagli sull'occupazione (l'anno precedente era il 41%). Il settore che prevede più tagli occupazionali è il turismo (27,1%), la stessa area è però anche quella che prevede più assunzioni (18,1%). Previsti tagli anche nel commercio (22,3%) e nei servizi alle persona (21%). Rispetto all'ultimo report la previsione di un aumento occupazionale è raddoppiata, passando dal 5 al 11%. Dal sondaggio è emerso che il 16,6% delle aziende ha dovuto chiudere durante il 2021 per più di tre mesi a causa del Covid, mentre il 58% ha potuto rimanere aperto. È il settore turistico ad aver percepito più sostegni regionali (88%), seguito dall'agricoltura (77,5) e dal commercio (62).
    Il 29% delle imprese hanno segnalato un aumento dei costi del carburante e materie prime superiori al 20% (il 27% di energia e gas). Punto su cui si è soffermato anche il presidente della Chambre, Roberto Sapia introducendo il sondaggio: "L'aumento dei costi delle materie prime, così come quello del gas e dell'energia, ha frenato la ripresa, destando preoccupazioni negli imprenditori che hanno visto lievitare i costi della produzione con le inevitabili conseguenze, anche in termini di posizionamento sul mercato, che da questo derivano". Secondo Sapia, il mondo imprenditoriale si trova "di fronte a un cambio di paradigma", e la Valle d'Aosta deve tenere conto di temi fondamentali" come il "sovraccosto che le imprese di montagna sostengono" e le maggiori difficoltà rispetto "ai costi di trasporto, anche legato ai collegamenti intervallivi" e "al riscaldamento, in un contesto climatico particolarmente complesso". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie