Fase 3: Cdc Lecce, inadeguati collegamenti aerei per Salento

Benisi, "non può esserci ripresa senza flussi di turisti"

(ANSA) - LECCE, 08 LUG - "La situazione di totale inadeguatezza dei collegamenti aerei da e per l'aeroporto del Salento non accenna purtroppo a risolversi". Lo sostiene il vicepresidente reggente della Camera di commercio di Lecce, Vincenzo Benisi, secondo il quale "non può esserci ripresa senza flussi di turisti, imprenditori e lavoratori che, in sicurezza, scelgono e vivono il Salento in tutte le sue espressioni, sia turistiche che economiche".
    Secondo il rappresentante dell'ente camerale, "la data del primo luglio ha visto l'introduzione di alcuni blandi elementi positivi, ma siamo assolutamente lontani dall'esserne rassicurati. Si attende la riapertura dell'aeroporto di Linate sperando - aggiunge - abbia un impatto positivo sulla questione, ma nel frattempo non è possibile tacere forti e motivati timori".
    Benisi evidenzia inoltre che "pochi collegamenti, costosi ed operativi in orari inopportuni, di certo non agevolano i settori sui quali non solo gli operatori economici, ma l'intera collettività fa affidamento per tentare di avviare la tanto auspicata ripresa: il turismo ed il suo indotto, l'artigianato, ma anche le attività di commercializzazione e quelle industriali che vivono di continui contatti tra imprenditori delle più diverse zone italiane, europee, mondiali, da realizzarsi in tempi e con costi accettabili, come avviene in un Paese moderno, meglio ancora, in un Paese - conclude - proiettato verso il futuro". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie