Covid: morto a Biella Luigi Bove, lunga carriera da giudice

Aveva 94 anni ed era arrivato a Biella nel 1958

(ANSA) - BIELLA, 06 MAR - È morto Luigi Bove, per molti anni giudice del tribunale di Biella. Aveva 94 anni ed era malato di Covid.
    Originario di Sapri (Salerno), aveva iniziato la carriera in magistratura nel '55 a Torino, in qualità di uditore in Pretura.
    L'anno successivo, nel '56, si era trasferito al tribunale di Aosta, per poi arrivare a Biella il 18 aprile del '58 in Pretura, diventandone Dirigente nel '63. La sua carriera giudiziaria gli ha permesso di raggiungere prima la qualifica di Consigliere di Corte d'Appello e, successivamente, quella di Consigliere della Corte di Cassazione. Nel 1998 è stato, inoltre, insignito dell'onorificenza di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana per merito, continuando a lavorare instancabilmente per 42 anni.
    Una carriera brillante, che lo ha portato a un impegno quotidiano profondo, a cui si accompagnava, comunque, una presenza costante e una grande devozione per la famiglia, la moglie Annamaria, i figli Cristina e Amedeo e gli adorati nipoti. "Amante della montagna, affrontava la vita con la grinta di uno scalatore", lo ricordala la nipote Anna Maiorana. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie