Tartufi, ripartono gli esami da 'trifolao'

Cambiate le modalità del test. C'è anche un candidato lombardo

(ANSA) - CUNEO, 19 SET - Ripartono martedì, a Cuneo, gli esami per gli aspiranti 'trifolao', per chi intende cioè praticare l'attività di ricerca e raccolta del pregiato tartufo bianco nell'area di Langhe e Roero, o delle altre specie nel Monregalese e lungo la fascia pedemontana. Ogni anno sono un centinaio le domande per partecipare alla selezione e ottenere i tesserini che autorizzano la raccolta dei tartufi nelle "zone libere".
    Da quest'anno le modalità di esame sono cambiate: prova scritta con 20 domande, a cui può seguire un orale nel caso in cui il candidato abbia sbagliato più di 5 domande. In questa seconda sessione sono 31 i candidati, di cui uno che arriva dalla Lombardia (perché le sessioni d'esame in quella regione sono sospese causa Covid). Una terza sessione sarà il 24 novembre e porterà ad un totale di 98 esaminati nel 2020. Il tesserino vale 10 anni, è rinnovabile e attesta il possesso dell'abilitazione alla raccolta dei tartufi su tutto il territorio nazionale. La quota annuale da pagare alla Regione Piemonte è di 140 euro. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie