Sanità Piemonte in disavanzo per 150mln

Assessore, controllo dei conti è una necessità assoluta

(ANSA) - TORINO, 22 NOV - La sanità piemontese è in disavanzo per 150 milioni di euro. Lo ha rilevato il tavolo di verifica degli adempimenti riunitosi al ministero dell'Economia, che ha definito l'equilibrio economico della sanità regionale "strutturalmente debole". "I direttori generali che intendono lavorare nelle Aziende sanitarie piemontesi devono garantire al Piemonte di non produrre nuovi disavanzi di gestione", è l'invito dell'assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Luigi Genesio Icardi.
    "La Regione desidera mantenere il diritto di governare la propria Sanità, senza incorrere in sanzioni, commissariamenti e senza l'incubo, fra uno o due anni, di un nuovo piano di rientro - sottolinea - Constato che i tecnici romani hanno dato, nel giudizio qualitativo di "strutturalmente debole" la medesima lettura dei dati che già conoscevamo. Il controllo dei conti è una necessità assoluta, di cui dovrà farsi carico la nuova Direzione di corso Regina".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere