Cirio visita villa confiscata mafia

A San Giusto Canavese, qui si costruisce lotta alla legalità

(ANSA) - TORINO, 19 LUG - "Qui si costruisce la lotta per la legalità". Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha ricordato l'anniversario della strage di via d'Amelio con un sopralluogo alla villa di San Giusto Canavese sequestrata al boss Nicola Assisi. "Siamo qui non a caso il 19 luglio, anniversario della morte di Paolo Borsellino, un eroe che si è battuto contro la mafia - ha sottolineato -. Non c'era modo migliore per ricordarlo che venire in questa villa che sarà un monumento alla democrazia".
    Confiscata nel 2011, un anno e mezzo fa la villa ha subito un attentato incendiario. La Regione si è impegnata a trovare i circa 80 mila euro necessari per la riqualificazione dell'immobile. Il governatore Cirio ha chiesto all'associazione Libera di collaborare nella stesura di un progetto per restituire al bene la collettività.
    Con Cirio, e gli assessori regionali, c'erano anche il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia, il prefetto di Torino Claudio Palomba e l'ex magistrato Giancarlo Caselli.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere