Papa: cristiani siano coerenti

"Dobbiamo sforzarci di aprire il cuore e la mente"

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 8 LUG - Ci sono "molti battezzati" che "vivono come se Cristo non esistesse: si ripetono i gesti e i segni della fede, ma ad essi non corrisponde una reale adesione alla persona di Gesù e al suo Vangelo. Ogni cristiano, tutti noi, ognuno di noi, invece è chiamato ad approfondire questa appartenenza fondamentale, cercando di testimoniarla con una coerente condotta di vita, il cui filo conduttore è la carità". Lo ha detto il Papa all'Angelus sottolineando che "anche ai nostri giorni può accadere di nutrire pregiudizi che impediscono di cogliere la realtà. Ma il Signore ci invita ad assumere un atteggiamento di ascolto umile e di attesa docile, perché la grazia di Dio spesso si presenta a noi in modi sorprendenti, che non corrispondono alle nostre aspettative. Dio non si conforma ai pregiudizi". Il pontefice invita a "sforzarci di aprire il cuore e la mente, per accogliere la realtà divina che ci viene incontro" e a chiedere a Dio "di sciogliere la durezza dei cuori e la ristrettezza delle menti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: