Percorso:ANSA > Mare > Crociere e Traghetti > Porti: stazione marittima Palermo, da fatiscente a moderna

Porti: stazione marittima Palermo, da fatiscente a moderna

Nel 2015 la Procura di Palermo la mise sotto sequestro

04 maggio, 12:12
(ANSA) - PALERMO, 04 MAG - Fino a qualche anno fa, la stazione marittima era una struttura in stato di abbandono. Nel 2017, Pasqualino Monti, appena nominato presidente dell'Autorità portuale di Palermo, trovò una struttura fatiscente, sequestrata, su una banchina a sua volta sequestrata nel 2015 dalla Procura di Palermo per problemi di stabilità, e con un contenzioso in atto con la ditta che stava eseguendo i lavori.

Da questa condizione di partenza ha avuto inizio una complessa riqualificazione. Risolto il contenzioso e riaperto il cantiere a fine 2018, è stata messa in sicurezza e dissequestrata la banchina ed è stato ricostruito totalmente il terminal. Come ricorda lo stesso Monti: "ho ricordi ancora nitidi di quando, poco più di quattro anni fa, per la prima volta ho varcato la soglia della radice del Molo Vittorio Veneto - ha detto nel suo intervento - Trovai tracce di assenze, di un futuro mai avverato, di non finito, bruttezza, disillusione. Mi resi subito conto che a Palermo esisteva una stazione marittima sequestrata poggiata su una banchina anch'essa sequestrata, con un progetto di recupero, del 2008, annegato nel degrado, e con un contenzioso in atto con la ditta che stava eseguendo i lavori.

Di fronte a quell'inferno avevamo due strade: accettare l'inferno, oppure riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non era inferno. Abbiamo scelto la seconda via, avviando una complessa riqualificazione, realizzata in mezzo a mille difficoltà". "Risolto il contenzioso e riaperto il cantiere a fine 2018 - ha detto il presidente dell'Autorità portuale del mare di Sicilia occidentale - è stata messa in sicurezza e dissequestrata la banchina, è stato ricostruito totalmente questo cruise terminal, ed è stata realizzata una tensostruttura provvisoria, ridando così dignità al molo Vittorio Veneto", ha concluso. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA