Percorso:ANSA > Mare > Porti e Logistica > Porti: verso il circuito di navigazione diportistica in Sardegna

Porti: verso il circuito di navigazione diportistica in Sardegna

Regione presenta Piano da approvare entro marzo 2023

24 maggio, 17:57
(ANSA) - CAGLIARI, 24 MAG - Completare il circuito di navigazione diportistica intorno all'Isola: è questo l'obiettivo del Piano regionale della rete della portualità turistica nella parte che riguarda lo sviluppo delle infrastrutture per il tratto di costa Occidentale e Nord Occidentale (da Terralba a Porto Bello di Gallura). Il tema è stato trattato nel secondo incontro su Oristano e la Penisola del Sinis, Bosa, Alghero, la costa Nord Occidentale, Stintino, Porto Torres, Castelsardo, Isola Rossa e Portobello di Gallura.

Il Piano - che attualmente è nella fase di valutazione di impatto ambientale e che dovrebbe arrivare all'approvazione nel marzo 2023 - ha come obiettivo quello di costruire un'offerta di qualità che valorizzi la centralità della posizione della Sardegna nel Mediterraneo: i posti barca saranno meglio distribuiti lungo le coste - la Sardegna può contare su oltre 1800 km di costa - con evidenti riflessi su quelle infrastrutture portuali di ridotte dimensioni che normalmente risultavano tagliate fuori dal circuito della navigazione.

"Guardando alla parte costiera interessata da questo incontro, c'è solo un segmento in sicurezza, la Gallura, il resto del percorso costiero è sprovvisto di strutture e servizi per poter navigare in sicurezza. Il piano regionale della portualità turistica, acquisisce, in questo senso, un'importanza strategica - ha spiegato l'Assessore dei Lavori Pubblici Aldo Salaris - Il nostro obiettivo è infatti di consentire una navigazione dell'intera Sardegna in sicurezza, con l'incremento del numero delle strutture portuali per l'offerta di servizi e di porti rifugio, necessari in caso di improvvise condizioni meteomarine avverse - ha proseguito - La nostra Isola è una delle mete più ambite oltre che per lo sviluppo del diportismo anche per tutte quelle attività legate al turismo".

Il prossimo 1 giugno il percorso partecipativo avviato dalla Regione toccherà Arzachena per il tratto di costa che va da Santa Teresa di Gallura a Olbia e si chiuderà l'8 giugno a San Teodoro per la costa che va da Golfo Aranci a Cala Gonone.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA