Scuola: Pas, Tar Marche respinge sospensiva urgente

Comitato, ma riconosce che esiste presupposto ricorso

(ANSA) - ANCONA, 21 GEN - Il Tar Marche ha respinto l'istanza cautelare urgente proposta dal Comitato Priorità alla Scuola contro l'ordinanza del presidente della Regione che stabiliva la prosecuzione della Dad per le superiori al 100% fino al 31 gennaio compreso, perché lo stesso governatore ha revocato il provvedimento e ne ha firmato un altro che fissa la ripresa delle lezioni in presenza al 50% a partire da lunedì 25 gennaio. Secondo il Comitato Pas, il Tar "attesta che il presupposto è venuto a mancare nel momento in cui la Regione ha emesso la nuova ordinanza, implicitamente affermando che il presupposto di accoglimento esisteva precedentemente a tale data. Il presupposto alla base del ricorso presentato dai genitori "è fondato e permane l'interesse dei ricorrenti alla decisione dell'istanza cautelare" sostengono i rappresentanti del Comitato Pas.
    Inoltre, "richiamando il decreto del Consiglio di Stato n. 17 del 2021 del 11 gennaio 2021, il Tar afferma che provvedimenti regionali di chiusura emergenziale delle scuole superiori" devono essere motivata con dati scientifici che evidenzino il collegamento tra i focolai attivi sul territorio e l'impatto dell'attività scolastica in presenza; non è ammissibile la chiusura generalizzata senza alcuna specificazione di zone interessate da incremento di contagi; le problematiche relative al trasporto (movimentazione di persone) sono risolvibili con diligente ed efficace impegno amministrativo nei servizi interessati e non possono giustificare la compressione grave di diritti costituzionalmente tutelati quali quelli degli studenti interessati"..
    Di fatto il TAR pone questi principenti. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie