Furto benzina, arrestati padre e figlio

Bloccavano pompe con calamita, così continuavano ad erogare

(ANSA) - MILANO, 20 LUG - Hanno rubato in totale 8700 litri di benzina in 4 mesi, in due distributori nel Milanese, probabilmente per rivendere il carburante. Per questo i carabinieri della stazione Barona di Milano hanno arrestato lo scorso 18 luglio a Romentino (Novara) padre e figlio, rispettivamente di 66 e 34 anni, in esecuzione di un'ordinanza di misura cautelare. I due, tra l'8 gennaio e il 9 aprile dello scorso anno, hanno più volte raggiunto con una Opel Frontera il distributore Eni di Segrate, in via Rivoltana e quello di Gaggiano, sulla Vigevanese, con diverse taniche che riuscivano a riempire di benzina con un escamotage: dopo aver inserito piccole somme di denaro per far partire il rifornimento, bloccavano le pompe con una calamita che continuava così a erogare carburante anche una volta raggiunto l'importo pagato. Dopo le denunce dei gestori i carabinieri sono riusciti a rintracciare padre e figlio che si trovano ora, rispettivamente, ai domiciliari e sottoposto ad obbligo dopo firma.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa