Formigoni in Tribunale a Milano, chiede domiciliari

L'ex presidente lombardo, apparso molto dimagrito, davanti ai giudici della sorveglianza

Roberto Formigoni, l'ex presidente della Regione Lombardia condannato in via definitiva a 5 anni e 10 mesi per corruzione, è arrivato davanti ai giudici del Tribunale di sorveglianza di Milano per chiedere la detenzione domiciliare. L'ex governatore, con indosso una maglietta bianca e jeans chiari, è apparso molto dimagrito.

Il sostituto procuratore generale di Milano Nicola Balice ha dato parere favorevole alll'istanza perché l'ex governatore è ultrasettantenne. Il pg oggi in udienza dicendosi favorevole alla scarcerazione, da quanto è trapelato, riferendosi alla legge 'spazzacorrotti', avrebbe sostenuto che la collaborazione di Formigoni, ora a Bollate, sarebbe impossibile in quanto le varie sentenze emesse nei vari gradi di giudizio hanno già ricostruito e verificato i fatti di corruzione contestati anche ad altri. La decisione del collegio è attesa a giorni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa