Tangenti, Berlusconi: L.Comi un equivoco

'Oggi un cittadino indagato è da considerarsi colpevole'

(ANSA) - MILANO, 20 MAG - "Ho visto solo le cose che riguardano Lara Comi, mi sembra ci sia un grande equivoco": così Silvio Berlusconi ha commentato l'inchiesta della Dda di Milano che vede tra gli indagati l'europarlamentare di Forza Italia.
    Parlando delle ultime vicende giudiziarie con esponenti di Forza Italia coinvolti, Berlusconi è tornato ad attaccare i 5 Stelle che "hanno introdotto un principio assolutamente contrario alla Costituzione che prevede la presunzione di innocenza e invece oggi un cittadino indagato è da considerarsi colpevole e diventa innocente solo dopo una sentenza definitiva di assoluzione di terzo grado, una cosa inconcepibile e incostituzionale".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano
        Aeroporto Malpensa