Mai: Non siamo pronti ad allargare i confini del parco di Portofino

Assessore regionale a Ministero,partiamo poi pensiamo estensioni

(ANSA) - GENOVA, 12 NOV - "La proposta di mantenere l'attuale perimetrazione del parco di Portofino ci consente di avviare il parco nazionale di Portofino in sei mesi. Al Ministero dell'Ambiente dico: si parta con gli attuali confini e in un secondo tempo ragioniamo su eventuali estensioni". Così l'assessore regionale ai Parchi Stefano Mai stamani a Genova in Consiglio regionale risponde a un'interrogazione del consigliere Luca Garibaldi (Pd). "Non siamo ancora pronti a estendere il perimetro del parco fino ai 15-20 Comuni proposti, non ci sono le condizioni per poterlo fare, né politiche, né orografiche, né a livello di servizi attualmente presenti sul territorio. - interviene Mai - L'istituzione di un parco nazionale su 20 Comuni come ipotizzato da uno studio di Ispra implicherebbe un iter lungo non meno di due anni, credo che nessuno voglia perdere tempo e tutti vogliamo avere un parco nazionale di Portofino il più in fretta possibile". Garibaldi replica che la Giunta Toti "perde un'occasione" e "non è stata nemmeno in grado di fornire al ministero, che lo attende da mesi, un report sull'impatto socio-economico del futuro parco nazionale".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere