Delegazione studenti liguri alle foibe

Grazie a concorso consiglio regionale per diffonderne conoscenza

(ANSA) - GENOVA, 23 SET - Una delegazione di studenti liguri ha visitato ieri il sacrario militare di Redipuglia e il sacrario militare di Oslavia (Gorizia). Ha poi raggiunto oggi, la risiera di San Saba a Trieste e quindi le foibe di Basovizza.
    Gli studenti sono quelli che hanno vinto la 18esima edizione del concorso 'Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e Dalmazia' bandito dal Consiglio regionale per diffondere tra i giovani la conoscenza della repressione degli italiani in Venezia Giulia e Dalmazia da parte delle truppe irregolari titine. "E' stata una tappa importante per permettere ai nostri giovani ospiti di comprendere quali furono le radici dell'odio razziale fra popoli che vivevano nella stessa terra - spiega il consigliere segretario all'ufficio di presidenza Claudio Muzio, che ha accompagnato i ragazzi -. Radici che furono la tragica premessa della persecuzione che si sarebbe scatenata alla fine della Seconda Guerra Mondiale contro gli italiani che da secoli vivevano nell'antica regione della Venezia Giulia e della Dalmazia". "Fu una tragedia immane, spaventosa - aggiunge Muzio -. Prima la brutalità della guerra poi quella degli uomini. I ragazzi hanno dimostrato attenzione e hanno compreso le diverse tappe del lungo percorso che è culminato con la strage nelle foibe".
    Fanno parte della delegazione anche i rappresentanti dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Fulvio Mohoratz, Marinella Freccero e Pietro Chersola I ragazzi che partecipano al viaggio appartengono agli Istituti 'Redemptoris Mater' di Albenga, 'Costa' della Spezia, 'da Vinci' e nautico 'Colombo' di Genova, il 'Liceti' di Rapallo e il 'Boselli Alberti' e il 'Della Rovere' di Savona.(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie