Cdp, solo 12% imprese è 4.0

Sostegno a innovazione e venture capital

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 11 LUG - "Il piano Industria 4.0 ha dato una spinta fondamentale che le imprese hanno abbracciato, ma solo il 12% può essere classificato come impresa dinamica 4.0". È quanto sostiene il Chief strategic equity officer di Cdp, Leone Pattofatto, in occasione dell'Ey manufacturing Lab.

Le imprese italiane "investono troppo poco in ricerca e sviluppo, tra la metà e un terzo rispetto a Germania e Francia", aggiunge Pattofatto, sottolineando che Cassa depositi e prestiti "ha messo in campo una serie di azioni per aiutare le imprese ad investire in innovazione e a crescere". Negli ultimi tre anni l'impegno di Cdp è stato di circa 2 miliardi di euro, di cui circa 600 milioni focalizzati sul venture capital. In particolare, Pattofatto ricorda Itatech, una piattaforma di coinvestimento insieme al Fondo europeo per gli investimenti (Fei), che si focalizza sul trasferimento tecnologico, con l'obiettivo di sostenere idee nuove, "aiutando la ricerca universitaria in Italia a diventare azienda". Un ruolo fondamentale è stato svolto dal Fondo italiano di investimento perché "ha dato l'avvio al mondo del venture capital in Italia", afferma Pattofatto, ricordando altri due fondi: Fondo innovazione e sviluppo e Tech Growth. Per Pattofatto, il venture capital in Italia "è un mercato giovane ma sta crescendo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Leggi anche: