Cinema: TSFF comincia con 'Underground' di Kusturica

Consegnato a Miki Manojlovic premio "Eastern Star Award 2021"

(ANSA) - TRIESTE, 21 GEN - Partita ufficialmente il 21 gennaio, con la proiezione della pellicola 'Underground' di Emir Kusturica, la 32/a edizione del Trieste Film Festival. Ospite della cerimonia di apertura presenziata dai due direttori del festival, Nicoletta Romeo e Fabrizio Grosoli, è stato Franco Montini, del sindacato nazionale critici cinematografici italiani, che ha presentato i due vincitori del premio miglior film straniero e miglior film italiano, selezionato dai soci del sindacato. Premio che per la parte riservata alla produzione nazionale è andato a "Favolacce" dei fratelli Fabio e Damiano Innocenzo.
    Successivamente è stata la volta dell'attore serbo, e coprotagonista con Lazar Ristovski, di 'Underground' pellicola vincitrice della Palma d'Oro a Cannes 1995, Predrag "Miki" Manojlovic, che ha salutato e ringraziato per il premio "Eastern Star Award 2021" con un videomessaggio dalle montagne innevate intorno a Belgrado.
    La prima giornata è iniziata con il progetto Esterno/Giorno della Casa del Cinema Trieste, che ha presentato un viaggio virtuale, una sorta di Gran Tour delle location del Friuli Venezia Giulia con un mini doc dal titolo "Si, viaggiare'. La giornata è proseguita subito dopo con una proiezione speciale, già in concorso all'ultima Mostra del Cinema di Venezia: 'Tra una morte e l'altra' del regista azero Hilal Baydarov. E' stata poi la volta della sezione Art&Sound con l'anteprima italiana di 'Paris Calligrames' di Ulrike Ottinger, a cui è seguito 'Le regard de Charles' (Lo sguardo di Charles) di Marc di Domenico e Charles Aznavour, film unico, costruito su immagini e parole del grande cantante franco-armeno.
    Subito dopo, la cerimonia d'apertura: la sala multimediale di Mymovies si è "riempita" di spettatori per assistere al film d'apertura, quell' 'Underground', film simbolo della dissoluzione di un Paese, del regista serbo-bosniaco Emir Kusturica, che lo ha consacrato come uno dei più affascinanti protagonisti della cinematografia internazionale.
    La prima giornata si chiuderà alle 23.15 con il Premio Art&Sound 2021 e una anteprima italiana: 'Slucajna raskos prozirnog vodenog rebusa' (L'accidentale rigoglìo di un traslucido rebus acquatico) del regista croato Dalibor Barić.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie