Fondi Ue: Bonaccini, non si tagli politica di coesione

Finanziamenti hanno aiutato il territorio negli anni della crisi

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 5 NOV - "Noi continueremo a insistere di non prevedere tagli" alla politica di coesione e "chiederemo anche un incontro a breve, appena sarà nominata la nuova Commissione". Così il presidente della Regione Emilia-Romagna e del Consiglio dei Comuni e Regioni d'Europa (Ccre), Stefano Bonaccini, parlando ai giornalisti a Bruxelles. "Avevamo ottenuto, incontrando anche il commissario precedente Oettinger, che fossero azzerati i tagli", ricorda Bonaccini. "Adesso si parla di un possibile reinserimento. Noi continueremo a chiedere che non ci siano tagli. Le politiche di coesione - sottolinea Bonaccini - sono state molto importanti negli anni della grave crisi economica che ha attraversato un po' tutti i Paesi europei, perché ci hanno permesso di utilizzare quei fondi per dare una mano al territorio, all'economia, alle imprese". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: