Salini (Fi), grazie al Ppe bocciata risoluzione pro-Ong

'Arginata minaccia di nuovi flussi migratori ingestibili'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 24 OTT - "Oggi fortunatamente abbiamo bocciato la risoluzione pro-Ong che avrebbe fatto piombare l'Italia nel caos dell'immigrazione fuori controllo". Così l'eurodeputato di Forza Italia Massimiliano Salini, dopo che è stata respinta oggi in aula a Strasburgo una risoluzione sulla ricerca e soccorso nel Mediterraneo. "Il testo licenziato dal Pd con l'appoggio dei socialisti in Parlamento europeo è stato bloccato grazie ai voti del Partito popolare europeo, arginando la minaccia di nuovi flussi migratori ingestibili - sottolinea Salini -. Il Pd, lontano dalla linea politica dell'ex Ministro Minniti, in cambio di un po' di flessibilità sui conti pubblici, ha provato nuovamente a svendere il nostro Paese facendolo ripiombare in un situazione di caos e di sbarchi giornalieri". Secondo Salini, "con la bocciatura della risoluzione abbiamo tutelato le Autorità dei singoli Stati Membri respingendo l'obbligo di garantire sempre i porti aperti e scongiurato l'equiparazione delle Ong a Frontex. La proposta - conclude l'eurodeputato azzurro - prevedeva infatti che l'agenzia di guardia costiera e di frontiera dell'Ue fosse strumentalmente forzata a fornire alle Ong informazioni sulle sue attività operative in mare, alla stregua delle forze navali italiane ed europee".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: