Venti giovani leader italiani alla Settimana Ue delle città

Da Barletta a Firenze, sono stati selezionati fra 700 in Europa

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Sono 20 e provengono da tutta Italia i giovani politici locali volati a Bruxelles in questi giorni per partecipare alla Settimana europea delle Regioni e delle città. "Siamo contenti di aver superato la selezione fra 700 candidati europei", risultando fra i 120 vincitori, spiega Stella Mele, vicepresidente del consiglio comunale di Barletta.

"Nel mio comune viviamo il disagio legato al tema ambientale, quindi sono venuta anche per approfondire questo aspetto", continua Mele. "Non ho mai percepito la presenza di molti momenti come questa settimana per poter parlare con franchezza dei lati positivi dell'Europa, ma anche analizzare i contro e cercare di migliorarli", afferma Laura Sparavigna, consigliere comunale di Firenze, scelta fra gli oratori della sessione di apertura della manifestazione.

"Sono molto contento di essere qui perché vengo da una Regione, le Marche, che non sa spendere le risorse europee", sostiene Angelo Eliantonio, capogruppo di Fratelli d'Italia nel Comune di Ancona. "Per alcuni cittadini l'Europa è un'entità lontana. Bisogna cercare di accorciare di più le distanza, anche con iniziative come questa", conclude.

"Ho una bimba di 5 mesi e sono molto contenta di aver partecipato con lei" racconta Giulia Marchionni, consigliera comunale a Pesaro, "è la dimostrazione che si può essere madre, donna, lavoratrice e anche politico". "È stata una grande occasione per condividere esperienze. Spero di poter dare qualche spunto alla mia amministrazione", aggiunge.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: