Allerta ghiacciaio: Fosson, attenzione alta per mese ottobre

Ma non siamo preoccupati. Valle d'Aosta in Ue con esempi adattamento clima

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Bisogna tenere alta l'attenzione sul ghiacciaio di Planpincieux per il mese di ottobre, poi l'abbassamento delle temperature ci dovrebbe permettere di rimandare il problema all'anno prossimo. Noi comunque non siamo preoccupati, è un fenomeno che sappiamo tranquillamente gestire. I crolli sono sempre esistiti, il problema è che ora avvengono in periodi più ampi". Così all'ANSA Jean Pierre Fosson, segretario generale di 'Montagna sicura', la fondazione che tiene sotto controllo il ghiacciaio sul massiccio del Monte Bianco.

Insieme a Marta Galvagno (Arpa Valle d'Aosta), Fosson è a Bruxelles per la Settimana Ue delle regioni e delle città. Durante un seminario, entrambi hanno illustrato il progetto 'Adapt Mont blanc' portato avanti insieme alla Francia, "per definire degli scenari climatici adattati all'area del Monte Bianco guardando al 2030, 2050 e 2085. E da qui creare delle strategie di adattamento", spiega Galvagno. "Il coinvolgimento degli amministratori locali ci ha permesso di raggiungere risultati molto belli: i territori sono preoccupati ma anche pronti ad agire in una logica di resilienza", fa eco Fosson. "Da sempre i popoli di montagna hanno dovuto adattarsi alle situazioni - conclude il consigliere regionale Pierluigi Marquis, anch'egli presente a Bruxelles - è quindi importante cercare di coordinarci con tutti quelli che vivono le medesime problematiche per attuare delle strategie comuni e mettere in atto le misure necessarie all'adattamento".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: