Marquis, nuove norme fondi Ue possono penalizzare montagna

Consigliere Valle d'Aosta a plenaria Comitato europeo Regioni

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Quello di rivedere il criterio della densità demografica per allocare le risorse europee alle regioni frontaliere è un approccio sbagliato, perché penalizzerebbe la montagna". Così Pierluigi Marquis, membro valdostano del Comitato europeo delle Regioni, nel suo intervento durante la plenaria del CdR. Marquis ha invitato a sostenere la proposta del Parlamento europeo che prevede l'assegnazione di una quota del 5% dei fondi strutturali ai territori geograficamente svantaggiati, come quelli di montagna.

Nel dibattito sul parere del CdR sulle strategie per lo sviluppo regionale dopo il 2020, tre emendamenti presentati dal consigliere regionale della Valle d'Aosta sono stati approvati all'unanimità: due sulla responsabilità politica delle autonomie regionali e locali nella formulazione delle proprie strategie di sviluppo, e uno per la tutela e la promozione anche dei territori insulari e di montagna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: