Clima: Casini, Patto Verde Ue chiave per territori-agricoltura

Assessore Marche, filo unisce decisioni Bruxelles e cittadini

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - "Avere misure comunitarie che possono arrestare il cambiamento climatico è importantissimo, il Patto Verde è determinate anche in agricoltura, esiste un filo molto forte tra le decisioni di Bruxelles e le ricadute sui territori". E' il messaggio della vicepresidente della Regione Marche e assessore all'Agricoltura, Anna Casini, a Bruxelles in occasione della Settimana delle città e delle Regioni Ue. Tra i diversi impegni in agenda, Casini ha rappresentato le Marche a un workshop sulla democrazia inclusiva, per comunicare ai cittadini le azioni e le opportunità dell'Ue.

"Pensando al clima, - ha aggiunto - ciò che l'Ue decide e finanzia può essere un'opportunità da un punto di vista etico ma anche dal punto di vista economico". Sul versante agricoltura, se da una parte il Green deal è una "visione fondamentale" per i territori, dall'altra esistono "delle paure da parte delle Regioni", ha rimarcato la vicepresidente, in particolare "sulla modalità di gestione della nuova Pac e del Programma di sviluppo rurale (Psr), se sarà lasciata alle regioni oppure no, e sul possibile taglio alle risorse, un aspetto legato alla Brexit su cui non ci sono ancora risposte chiare". L'auspicio sulla nuova Pac è che "il periodo di transizione tra la fine di questa programmazione e l'inizio della prossima sia di almeno due anni".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: