Armao, momento strategico in Ue per riconoscere svantaggi isole

Vicepresidente Sicilia a Bruxelles per Settimana Regioni e città

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Con l'avvio dei lavori della nuova Commissione europea e della programmazione 2021-2027, questo è un momento strategico per far sì che la condizione d'insularità, finora riconosciuta solo a livello formale, diventi uno strumento di effettiva coesione". Così il vicepresidente della Regione Sicilia, Gaetano Armao, che al Comitato delle Regioni guida l'intergruppo sull'insularità. Ieri, nel quadro della Settimana europea delle regioni e delle città, si è svolto un seminario sugli "svantaggi" per i territori europei derivanti dalla loro condizione d'insularità. Questi riguardano temi come "le infrastrutture, l'energia, l'innovazione", ha spiegato Armao nel suo intervento inviato ai rappresentanti di Corsica (Francia), Baleari (Spagna) e Gozo (Malta) che hanno partecipato all'incontro.

Oggi il vicepresidente ha invece avuto un confronto con Catalogna (Spagna), Fiandre (Belgio) e Tessaglia (Grecia) sul tema degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sdg) 2030 dell'Onu. "La Sicilia è prossima alla definizione del piano strategico 2030 e nel documento di economia e finanza approvato in Giunta è stato per la prima volta calato il modello degli Sdg sul territorio", spiega Armao.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: