L'Eurocamera vara nuove norme per tutelare gli informatori

Introdotte salvaguardie per evitare ritorsioni

Redazione ANSA

STRASBURGO - Chi divulga informazioni su attività illegali o dannose, acquisite nell'ambiente di lavoro, sarà protetto più efficacemente, dopo l'approvazione in via definitiva di nuove norme Ue. La legislazione, adottata dalla plenaria e già concordata con i ministri Ue, stabilisce nuove regole a livello europeo per proteggere gli informatori che rivelano violazioni del diritto comunitario in settori quali appalti pubblici, servizi finanziari, riciclaggio di denaro, sicurezza dei prodotti e dei trasporti, sicurezza nucleare, salute pubblica, protezione dei consumatori e dei dati. La legge vieta esplicitamente le rappresaglie e introduce salvaguardie, per evitare che chi denuncia sia sospeso, declassato e intimidito o che si trovi ad affrontare altre forme di ritorsione. Saranno tutelati anche coloro che assistono gli informatori, come i facilitatori, i colleghi e i parenti.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: