Quote latte: Corte Ue, riassegnazione solo con criteri Ue

Fino al 2003. Respinto il ricorso contro l'Agea

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 27 GIU - Fino al 2003 l'unico criterio di riassegnazione delle quote latte inutilizzate era quello della proporzionalità, fissato dai regolamenti europei. Così la Corte di giustizia Ue ha fatto chiarezza sul ricorso di un'azienda italiana contro l'Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea) che, in riferimento alla campagna 2000-2001, aveva escluso la suddetta azienda dalla ripartizione delle quote latte inutilizzate perché già assegnate secondo criteri di priorità ad altre categorie di produttori. La Corte ricorda che, in base al regolamento sulle quote latte del 1992, lo Stato membro doveva procedere alla redistribuzione delle quote latte inutilizzate in modo proporzionale ai quantitativi di riferimento a disposizione di ciascun produttore. Solo con un successivo regolamento, del 2003, si è stabilito che i paesi potessero fissare propri criteri di riassegnazione.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: