Fondi Ue: studenti Napoli e Nuoro protagonisti a Bruxelles

A Settimana Regioni con il progetto A scuola di OpenCoesione

Redazione ANSA

BRUXELLES - Trasporti e ambiente, interconnessione e raccolta differenziata: sono i temi che hanno portato gli studenti di due licei di Napoli e Nuoro a Bruxelles, grazie ai loro progetti di monitoraggio civico legato all'uso dei fondi strutturali sul territorio. I ragazzi e le ragazze, premiati nel concorso 'A scuola di OpenCoesione' (Asoc) 2018-19, sono stati protagonisti della Settimana delle Regioni Ue.

A Napoli, gli studenti del team 'Differenti Non Indifferenti' del Liceo delle Scienze Umane Eleonora Pimentel Fonseca hanno seguito da molto vicino il finanziamento della raccolta differenziata, rilevandone criticità, ritardi, e collaborando con proposte, tra cui l'Ecoday. "Il progetto ci ha aiutato a sentirci cittadini europei, a capire quanto è importante l'Ue e i suoi fondi nei servizi di cui usufruiamo ogni giorno, come il sistema di raccolta dei rifiuti", hanno detto le studentesse Allegra Mannu e Roberta De Vito.

Il nuovo Centro Intermodale di Nuoro è invece finito sotto la lente del team 'The Railroaders' del liceo scientifico nuorese Enrico Fermi. Tra le proposte finali, la richiesta all'agenzia di trasporti Arst di creare un sito online con amministrazione trasparente e dati aperti. "Dietro a questo progetto non ci sono solo i fondi dell'Ue, ci siamo mossi come cittadini perché lo abbiamo ritenuto importante per tutte le persone che vivono nella nostra isola - hanno raccontato le studentesse Marta Pinna e Daniela Deiana -. Molte volte pretendiamo un riscontro quasi immediato ai nostri problemi, ma seppur lentamente l'Europa sta aiutando tutti nel miglior modo possibile". 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."