Futuro Pac, strategia Global Food Forum per visione comune

Le azioni proposte al Parlamento Ue dopo un anno di confronto

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Sono cinque le azioni chiave per assicurare una visione comune sul futuro della politica agricola europea e dei sistemi agroalimentari, anche nel rapporto con le altre politiche comunitarie, secondo le conclusioni del Global Food Forum 2017 presentate agli eurodeputati europei. Raccomandazioni frutto di un anno di consultazioni e discussioni tra le parti interessate, in un processo globale che ha riunito circa 600 leader economici e politici di 13 Stati membri, nell'ottobre scorso a Susegana (Treviso), su iniziativa del Think tank 'Farm Europe' in collaborazione con Confagricoltura. 

E proprio il presidente di Confagri, Massimiliano Giansanti, presente al Parlamento europeo ha sottolineato: ''Abbiamo bisogno di un approccio realmente europeo per costruire un un'ambizione condivisa, per garantire l'integrità del mercato interno e la solidarietà tra i territori''.

Gli interventi e le raccomandazioni individuate dal Forum puntano in primo luogo ad "un piano d'azione in sei anni" per realizzare risultati economici e ambientali, con particolare attenzione alla rivoluzione digitale verde. Quindi, alla messa a punto "di un insieme coerente di strumenti complementari" per rafforzare la resilienza delle aziende agricole Ue tramite una vero e proprio insieme di strumenti di gestione dei rischi associati ad una riserva di crisi rinnovata per gestire le crisi.

 

Si tratta poi di "assicurare un equilibrio territoriale dell'agricoltura garantito da strategie integrate settoriali sostenute da investimenti". Ma anche di creare "uno spirito di cooperazione all'interno della catena alimentare attraverso il diritto proprio della concorrenza. Non ultimo, avviare un rapporto "equo, semplice e diretto" tra la Pac e gli agricoltori nell'ambito di un quadro giuridico chiaro.

Il vicepresidente della Commissione agricoltura Paolo De Castro, che ha ospitato con il collega Michel Dantin il dibattito sulle conclusione del forum, ha tenuto a precisare: ''Per il futuro mi aspetto una Pac forte, anche se diversa da quella attuale, ma ancora in grado di sostenere la funzione socio-economica del settore agricolo, che rimane essenziale''. Dobbiamo avere il coraggio - ha aggiunto Dantin - ''di proporre un adattamento del quadro attuale per rinnovare il suo sostegno agli investimenti, il progresso scientifico, la ricerca e l'innovazione e l'accesso ai finanziamenti''.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."