Al Sant'Orsola nascerà Torre Biomedica

Progetto nel piano edilizio dell'Università, spesa da 25 milioni

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 9 LUG - Entro il 2023, all'interno dell'area del Policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna, verranno realizzati la Torre Biomedica al posto dei padiglioni 22 e 17, una struttura multipiano che ospiterà laboratori, studi per ricercatori, uffici e spazi comuni, e un altro edificio più piccolo dedicato alle attività didattiche. Il tutto per una spesa complessiva di circa 25 milioni. Il progetto, che rientra nel piano edilizio 2016-2021 dell'Università di Bologna, verrà realizzato in accordo con l'Azienda ospedaliero-universitaria. Il piano per la costruzione dei nuovi spazi dedicati alla ricerca preclinica, il cui progetto esecutivo sarà pronto entro la fine dell'anno e sarà bandita la gara tra dicembre 2019 e inizio 2020, è stato presentato in Rettorato insieme agli ultimi dati relativi ai finanziamenti riguardanti la ricerca competitiva. Risorse che, dai 45 milioni annui registrati nel 2015, nel 2018 sono arrivati a 90 milioni. L'ateneo bolognese, dall'avvio del programma Horizon 2020 nel 2014 ad oggi, ha attratto 92 milioni per 223 progetti finanziati. Inoltre si è posizionato tra i primi venti in Europa e primo in Italia nell'area 'societal challenges'. Tra le università del Vecchio Continente, l'Alma Mater è la terza ad avere attratto più fondi nell'ambito denominato 'Food security e Bioeconomy', è decima (e prima in Italia) per quello 'Climate action' e ottava (e sempre prima a livello nazionale) nel campo 'Europe in a changing world-Inclusive, innovative and reflective societies'. "Sono ottimi risultati per il nostro ateneo - ha commentato il rettore Francesco Ubertini - per essere competitivi nella ricerca occorrono infrastrutture, come appunto la Torre Biomedica. Il mio desiderio sarebbe potere inaugurare queste due nuove strutture, se vogliamo attrarre più risorse nell'ambito 'health' spazi così sono indispensabili". "Dove si fa ricerca, si assiste e si fanno cure all'avanguardia - ha aggiunto Antonella Messori, direttore generale del Policlinico Sant'Orsola - una volta riorganizzati gli spazi si procederà con le demolizioni e la costruzione della Torre e del padiglione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie