Emilia-Romagna
  1. ANSA.it
  2. Emilia-Romagna
  3. Siccità: Bonaccini firma il decreto per l'emergenza regionale

Siccità: Bonaccini firma il decreto per l'emergenza regionale

Ordinanze comunali per il risparmio idrico

Il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini firma il decreto per la dichiarazione dello stato d'emergenza regionale per la siccità, necessario per la richiesta dello stato d'emergenza nazionale. Decisione che è stata condivisa dalla cabina di regia sulla crisi idrica che si è svolta in Regione alla presenza dei gestori del servizio idrico integrato e dell'Agenzia interregionale per il fiume Po.

Al momento, non verranno adottate misure straordinarie in Emilia-Romagna per affrontare la sofferenza del Grande Fiume e le conseguenze. "La situazione è molto complessa, ma in questo momento nella nostra regione non abbiamo ancora un livello di allarme tale da mettere in discussione l'idropotabile - ha sottolineato l'assessore regionale all'Ambiente e alla Protezione civile Irene Priolo - la cabina di regia e lo stato di emergenza nazionale servono per scongiurare quegli interventi che possono poi mettere in difficoltà la popolazione".

Ma già da oggi tutti i comuni dell'Emilia-Romagna sono invitati a emettere ordinanze per il risparmio idrico, sensibilizzando i cittadini sul tema: "Abbiamo incaricato Atersir (agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti) di scrivere un'ordinanza tipo per tutti i comuni affinché possano da domani adottare una propria ordinanza per la riduzione del consumo di acqua per gli usi non indispensabili. E' cosa buona e giusta - sottolinea Priolo -: non è il momento di lavare l'auto, ma di risparmiare per avere l'acqua da bere. Tutti dobbiamo fare la nostra parte". A destare maggiori preoccupazioni anche dal punto di vista idropotabile sono Ferrara, Ravenna e in parte Piacenza e Parma.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna


      Modifica consenso Cookie