Coralli sequestrati in aeroporto, multa da 5mila euro

Attività della Gdf al Marconi di Bologna, nei guai una donna di 57 anni

La Guardia di finanza di Bologna insieme all'Agenzia delle dogane e dei monopoli hanno sequestrato nei giorni scorsi all'aeroporto Marconi del capoluogo bolognese due coralli dal peso totale di oltre un chilo appartenenti all'ordine 'Scleractinia'. Per le fiamme gialle si trattava di un tentativo illecito di importazione da parte di una donna russa di 57 anni, residente in Toscana, di specie protette dalla convenzione di Washington. La spedizione, proveniente dalla Cina tramite un corriere e dichiarata come 'decorazioni di plastica' per un valore di 16 dollari, ha insospettito i funzionari, che hanno proceduto al controllo della merce. Dalle verifiche è quindi emerso che si trattava di esemplari che rientrano negli elenchi della Convenzione internazionale per la protezione delle specie minacciate di estinzione (Cites). I coralli erano sprovvisti della prevista documentazione, ovvero dei regolari certificati d'importazione Cites. La donna è stata multata per 5mila euro.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie