Musica: moderna e contemporanea, 30 anni di 'Traiettorie'

Rassegna internazionale al via il 30 settembre a Parma

(ANSA) - BOLOGNA, 23 SET - Duecentosettanta concerti in ventinove anni, 140 fra ensemble e solisti ospitati: 'Traiettorie', rassegna internazionale di musica moderna e contemporanea che si realizza ogni anno a Parma, compie trent'anni e riparte, nonostante l'emergenza Covid, con sei concerti che si terranno dal 30 settembre al 30 ottobre tra il Teatro Farnese, la Casa della Musica e il Teatro Due, con programmi che mescolano autori provenienti in gran parte dai tre principali filoni della cultura musicale del secondo Novecento - Italia, Francia e Germania - e con la proposta di sei prime italiane e una prima assoluta (Pierre-Alain Monot).
    La Fondazione Prometeo, che organizza la rassegna, e Martino Traversa, fondatore e direttore artistico, avevano preparato un'edizione spalmata su circa un semestre fra maggio e ottobre, anziché autunnale come da tradizione (anche per unirsi alle dinamiche di Parma 2020-21). La situazione di emergenza sanitaria ha causato l'annullamento di due concerti.
    La rassegna inaugura il 30 settembre al Teatro Farnese 'Court-circuit', diretto da Jean Deroyer, con una serata tutta dedicata alla Francia (Dubedout e Hurel con prime italiane, Leroux, Bertrand, Hervé), e chiuderà il 30 ottobre al Teatro Due con la prima italiana di 'Bright Darkness' dell'austriaco Klaus Lang. "Un festival formidabile, di livello europeo - commenta l'assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori - Ora la sfida è far lavorare insieme le istituzioni musicali di questo settore". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie